11/8/05 - Riunione in Comune per fissare il prezzo dell'uva pantesca per la vendemmia 2005.

Il 9.08.2005 alle ore 18.30 in Pantelleria nella Casa Comunale (Ufficio del Sindaco), su convocazione diramata dalla CIA (Confederazione Italiana Agricoltori) della Provincia di Trapani, si sono riuniti i rappresentanti e delegati dei soggetti  - aziende private ed organizzazioni professionali - che costituiscono la filiera produttiva vitivinicola della Denominazione d'Origine (DOC) di Pantelleria per definire il consueto "Accordo Interprofessionale sul prezzo delle uve" che saranno raccolte nell'Isola di Pantelleria nella vendemmia 2005.

Erano presenti:
Salvatore Gino Gabriele, Sindaco in carica del Comune di Pantelleria;
Salvatore Murana, Presidente del Consorzio Volontario per la Tutela e la Valorizzazione dei Vini a DOC di Pantelleria, e titolare della propria Azienda Vitivinicola;
Giuseppe Aleo , Presidente della CIA Provinciale;
Vito Tumbarello, Vice Presidente della CIA;
Gianfranco Oro, Presidente della Cantina Sociale "Enopolio di Pantelleria";
Nicola Poma, in rappresentanza della S.p.A. "C.Pellegrino & C.";
Antonio D'Aietti, in rappresentanza della S.r.l." Aziende Vinicole Miceli";
Salvatore D'Amico, presidente della Coop. "Nuova Agricoltura" e in rappresentanza della ConfCooperative;
Francesco Belvisi, Presidente della Coldiretti di Pantelleria;
Andrea Minardi, titolare dell'omonima azienda vinicola;
Claudio Busetta, funzionario della Condotta Agraria di Pantelleria;
Diego Maggio, Amministratore delegato della FederVini/Sicilia;
Giovanni Casano per il Comitato Civico Isola di Pantelleria;
e Marco Fragonara, per il quotidiano "La Sicilia".

Dopo ampi commenti e relazioni da parte di tutti i partecipanti, con cui è stato evidenziato:
1) La profonda crisi a livello europeo che attualmente attanaglia il mercato vinicolo e tutta la filiera vitivinicola;
2)
L'attuale valutazione delle uve bianche della Provincia di Trapani (20 € a q.le, base 20° Babo);
3)
Il particolare stato di disagio generale che vige nell'agricoltura di Pantelleria;
4)
La necessità di trasmettere nella mentalità imprenditoriale del viticultore pantesco il senso e la convenienza di dover fare "QUALITA' " per ottenere dei risultati economici interessanti. Da ciò ne deriva che, a partire da questa vendemmia, le imprese di vinificazione si dovranno adoperare, nel rispetto delle leggi in materia vigenti, a porre particolare attenzione alla qualità delle uve in entrata. 

L' "Accordo Interprofessionale sul prezzo delle uve", che saranno raccolte in Pantelleria nella vendemmia 2005, si è concluso con le seguenti quotazioni, che tutto sommato portano dei modesti, ma sempre pur remunerativi aumenti rispetto a quelle della scorsa vendemmia:


Uva fresca I.G.T. - base 20° Babo - €   50.00 al quintale
Uva fresca DOC   -    "     "     "          - €   75.00 al quintale
Uva fresca DOC in cassette -   "     - €   90.00 al quintale
Uva appassita DOC -  "    "     "        - € 600.00 al quintale